In evidenza

In queste pagine vogliamo condividere una passione che ha intrecciato le nostre vite ed alimenta la nostra amicizia: la ricerca di Dio. Prima ancora di tutto quello che fanno Alessandro, Leonardo, Mario e Mauro sono quattro cristiani, che vivono la loro esperienza di fede come una ricerca di vita. Nel nostro impegno come docenti di teologia cerchiamo di porre al centro tre principi:

La teologia è preghiera Ricercare il mistero di Dio significa mettersi in ascolto della sua Parola, di come Egli si sia voluto far incontro ad ogni uomo. Come scrive la Gaudium et Spes: "Chi segue Cristo l'uomo vero, diventa anch'egli più uomo" (n. 22). Mettersi dietro Gesù per imparare da Lui.
La teologia è speranza La ricerca del mistero di Dio in Gesù Cristo non rimane chiusa in qualche libro difficilmente decifrabile per i non addetti ai lavori, ma alimenta la vita di chi ha aperto la sua esistenza concreta all'azione della sua grazia (= fede).
La teologia è profezia E' da quest'ascolto che nasce quell'intelligenza di cui parla l'apostolo Paolo nella lettera agli Efesini di cui devono essere ripieni i cristiani (1,17ss). Attraverso la sapienza di Cristo (cf. 1Cor 1,18ss) sarà possibile conoscere ogni altra cosa. Da questo punto di vista, la ricerca teologica si pone come profezia, e cioè aiuta l'uomo contemporaneo a comprendere il significato profondo degli eventi che vive, alla luce dell'azione dello Spirito di Dio.

In queste pagine, dunque, vogliamo condividere quel breve tratto di strada che abbiamo fatto mettendola a disposizione di chiunque sia interessato, rammentando il comando del Signore: "gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date" (Mt 10,8).